Fuorigioco

Benvenuti al decimo racconto de I Dialoghi intitolato Fuorigioco

Il game è per l’uomo o è l’uomo per il game?

Ormai viviamo in un mondo che in gran parte si fonda sulla gamification.
E’ tutto riducibile a un gioco, tanto che dinamiche dell’azzardo sono dappertutto: dal gioco in borsa al gioco del web alla giocosa relazione tra utenti sui social. 

I personaggi di questo dialogo sono un’Arma e un Cubo.

L’Arma (tipo quella di Fortnite) rappresenta la mancanza di senso e la violenza al’ solo scopo di intrattenere, come al tempo dei Gladiatori, senza nemmeno lo sforzo di una narrazione.

Cubo (tipo quelli di Minecraft che almeno nell’intento vorrebbe essere un videogame costruttivo) sta a significare la costruzione di mondi alternativi, anche se sempre imprigionati all’interno della dinamica del game.

Ormai, infatti, sono pochi i siti pensati non a misura di gamer, ma a misura di uomo.

E intanto il gioco continua!

Buon ascolto.

Il podcast, prodotto con Anchor, lo potete ascoltare, oltre che su SPOTIFY, anche su:
ITUNES GOOGLE PODCASTSBREAKERPOCKET CASTS RADIO PUBLIC 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *